Come crescere sui social | Per Freelance

Questo mese nella Newsletter abbiamo trattato l’argomento dei Social Media. In particolar modo di come crescere in ambito freelance. La condivisione sui social è ormai di fondamentale importanza per chi ha scelto di affacciarsi al mondo del lavorare in proprio. È un modo efficace e valido di farsi conoscere, ma con il minimo sforzo e grandi risultati? Assolutamente no.

Curare una pagina facebook o instagram è qualcosa che va fatto con costanza, impegno e dedizione. Ecco perchè oggi voglio parlarti dei modi per far crescere la tua pagina con passione, discostandoci dalla semplice voglia dell’avere grandi numeri e partendo dal curarla come se fosse una piantina bisognosa di attenzione.

Ma parliamo dei metodi “Veri“, quelli naturali, intendo. Quelli che non prevedono il mettere migliaia di like a caso su foto altrettanto casuali, di scaricare applicazioni per instagram e facebook con lo scopo di robotizzare like+segui+smetti di seguire.

TEMA

Se hai una pagina instagram saprai che l’immagine è il mezzo di comunicazione principale, di conseguenza se curiamo un profilo seguendo un tema di base per tutti i nostri scatti saremo già a metà dell’opera. Perchè?

Perchè trasmette armonia, ordine e impedisce la dispersione. Cosa intendo? Un tema come per esempio può esserlo il colore. C’è chi col bianco ha creato un elemento comune, e quindi con sfondi bianchi e neutro crea una base che renderà il tutto più legato, come se tutte le foto fossero parte di una cornice comune: il bianco.

Questo può valere per instagram, ma anche su una pagina facebook è un elemento da non sottovalutare. Un tema di base dà l’idea di un profilo organizzato e pulito.

INTERAZIONE

Comunicare con le immagini è ok, ma se manca l’interazione?

Se c’è una cosa che mi dà particolarmente fastidio è l’essere ignorata quando commento un post. Immaginate di apprezzare, seguire e sostenere la pagina di un creativo, di scrivergli, apprezzarlo sia con messaggi privati che commenti, e di non ricevere mai, Mai, una risposta. Non fatelo! Rispondete, commentate, interagite, non limitatevi ai semplici like. Se il vostro pubblico vi segue è perchè crede in voi, in quello che fate, perchè ama quello che create. Ignorarlo è come dirgli: ” Non sei importante”.

CONDIVISIONE

Dicevamo, immagini esatto? Ecco, su facebook, per esempio, le immagini che vengono maggiormente ricondivise sono quelle prive di testo. In comune con Instagram, cerchiamo di comunicare con foto, immagini, illustrazioni. Quindi via il testo dalle immagini, meglio scrivere quello che vogliamo comunicare verbalmente sul post o in descrizione.

ACCOUNT BUSINESS

Su Instagram si pensa che passare da un account privato ad uno  Business dia la possibilità di essere “scoperti” con più facilità. L’ho fatto tempo fa quando decisi ufficialmente di lavorare come freelance. E ovviamente il cambiamento non è radicale, non riceverai valanghe di nuovi iscritti solo cambiando il profilo. Ma una visibilità migliore, quello sì. Un aspetto diverso e professionale.

HASHTAG

Da questo frangente abbiamo correnti di pensiero concordi e non. Personalmente non credo ci sia nulla di male ad usare gli hashtag. Se li uso? Si, un sacco. Anzi, è proprio grazie agli hashtag che seguo tra gli illustratori che amo di più, è proprio grazie agli Hashtag che ho conosciuto persone fantastiche su instagram. Non denigriamoli solo perchè magari fa brutto vederli sotto le foto. Potresti risolvere la cosa pubblicandoli nel primo commento.

PARTECIPARE ALLE CHALLENGE

Certo, non è sempre facile trovarle, eh?

Ma partecipare ad una challenge ti aiuta non solo a conoscere persone che come te stanno partecipando alla stessa sfida, ma anche di creare relazioni con chi condivide passioni simili alle tue e chissà magari un giorno incontrarsi dal vivo.

NIENTE COPIA E INCOLLA

Se ti seguo su Facebook, ma ogni giorno ricondividi sulla pagina lo stesso identico post di Instagram perchè dovrei continuare a seguirti? Potrei direttamente passare ad instagram e togliere il like alla tua pagina.

Questo per dirti che è sempre bene diversificare gli account, inteso come contenuti. Una cosa che può aiutare a farlo è il decidere se usare la pagina facebook come diario personale e instagram come portfolio o viceversa.

SII ORIGINALE

Sii originale, non tanto per il fatto di pubblicare sempre contenuti unici. Cioè, sì. Ma non solo. Soprattutto per l’utilizzo delle immagini. Non utilizzare mai foto che non ti appartengono, daranno di te l’idea di una persona banale, copiona, falsa. Meglio una foto scattata da te, spontanea e sincera.

TANTE E BRUTTE O POCHE MA BELLE?

Scattare tante foto e pubblicarne molte durante l’arco della giornata rischia di creare disturbo al tuo pubblico, soprattutto perchè magari per avere un gran numero di foto da condividere hai messo la metà dell’impegno per realizzarle. Il mio consiglio è meglio poche, ma ben fatte che tante fatte male.

CALL TO ACTION

Non limitarti ad una descrizione lunga che finisce lì, magari anche lunga si, ma alla fine prova ad interagire con chi ti segue. Poni domande, chiedi opinioni etc. Cerca di coinvolgerli nell’argomento.

SCRIVI IN INGLESE

Sicuramente scrivere in una lingua ormai internazionale è una cosa utile, aiuta moltissimo a farsi conoscere anche all’estero. Certo, non strapparti i capelli se magari non hai una conoscenza dell’inglese di cui vi senti sicura. Ma non usate google traduttore, nel caso.

Concludiamo qui l’argomento del mese, ma la cosa più bella del mondo per crescere insieme è la condivisione! Nei commenti dimmi cosa pensi di questi consigli, se ne avresti aggiunti alcuni, tolti altri e quali inseriresti?

E per Creative e Freelance come te ho creato una Newsletter dove ogni mese ti parlo di consigli, condivido pdf, video, planner stampabili, sconti per grafiche, loghi e tanto altro.

Iscriviti alla Newsletter ed entra nel Team WonderValy

 

Condividilo con i tuoi contatti!
  • 9
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •